press / 25 febbraio 2015

LORENZO 2015 CC: IL COMUNICATO STAMPA (parte 1)

Lorenzo 2015 CC. è un album ricco e innovativo, un giro «sulle montagne russe delle emozioni » come ha detto lo stesso Lorenzo.

«Sulla copertina dell’album ho una pettorina da motocross. E’ un’armatura da poco, non una cosa da supereroe o da guerriero, è una bardatura per il fuoristrada, ma è pur sempre una protezione. Ogni protezione è insieme una dichiarazione di attacco e una rappresentazione della propria fragilità. Il grande saggio/mistico che si mette nudo dichiara la sua invincibilità, invece questa tuta da motocross, come un’armatura, dichiara la fragilità, la vulnerabilità, che è quello di cui parla questo album.Ogni canzone parla di una relazione, di un contatto possibile, di un abbraccio per affrontare la vita, per stare nella crepa, per cavalcare il fulmine.»

 

Un anno di lavoro per la nascita di 30 nuove canzoni, un progetto multiforme, indefinibile e pieno di vita, trasversale e dritto al cuore, che segna il nuovo corso della scrittura dell’artista italiano che più di ogni altro ha saputo rinnovarsi.

«In tempi di frammentazione estrema, nel mondo degli hashtag e dei tag ho fatto un disco che io stesso non riesco a definire, forse perché assomiglia ad un essere umano, anche nei suoi limiti, ma spero soprattutto nella sua vitalità impossibile da limitare.
Durante i miei concerti mi rendo conto che le persone davanti a me non compongono un popolo omogeneo come spesso accade con la musica di genere. Il mio pubblico è moderno, è legato da un valore più che da un recinto, da uno
spirito più che da una formula. Direi, cercando un’immagine, che è più interessato al vento che alla bandiera. Per questo amo mettere in un album canzoni così diverse tra loro, perché so che la mia gente la pensa come me: non è in cerca di sicurezze ma di pezzi strepitosi, che liberino l’immaginazione.»

 

L’album è stato prodotto tra Milano, Cortona, Parigi, New York e Los Angeles, insieme a Michele Canova Iorfida. Con un dream-team di musicisti e collaboratori è nato ogni singolo brano. Mondi diversi che passano dal funk alla dance, dall’elettronica al samba tradizionale, dal pop al rock, dalle ballad al tango, dall’afro beat al soul, dai mariachi al synth-pop, dall’hip hop al glam rock, per approdare in quella zona dove le definizioni non indicano più niente, e resta solo l’emozione.

«…un disco, non si può “rifare”. Ogni volta si comincia da zero. É tutta una questione di stare nel proprio ritmo di quel momento e spremerlo fino all’ultima goccia; – ha dichiarato Lorenzo- questo disco è un motorino 2015 di cilindrata, una sproporzione, una cosa impossibile, che forse ci vado a sbattere, ma intanto vola.
Un disco “action” ma non rotondo, piuttosto reticolare, come una costellazione senza stella polare però. E’ come una moto da cross, anzi, è un motorino pazzesco.
Rock’n’roll: scuotere e rotolare, tradotto letteralmente. Rock’n’roll è diventata la parola chiave mentre lavoravamo, avrei potuto anche intitolarci il disco, se non fosse stato un po’ fuorviante. Come prendere Roma e ribattezzarla Kansas City, che poi è esattamente quello che ho tentato di fare.»

Lorenzo 2015 CC. è disponibile in CD, doppio CD, triplo vinile, digital download e streaming. 30 brani che potrebbero essere tre dischi ma che Lorenzo ha voluto pubblicare tutti per non tenere nulla nel cassetto e ripartire.

«Mi piace percorrere nuove strade, evitare quelle già percorse. Innamorarmi di nuove melodie, sfidare me stesso in territori che non ho frequentato prima. Ok, vero, però a volte mi piace anche ritrovarmi in quei giri armonici che sento come fossero casa mia, senza l’ansia di essere nuovo ma solo la voglia di essere vero, e se la rima deve essere amore/cuore, e allora che lo sia.»

 

Lorenzo 2015 CC è il primo SERIAL ALBUM ogni canzone è un episodio libero e autonomo, nessuna ombra evidente di “concept”, il legame tra le canzoni è lo stesso che lega i giorni e le stagioni di un anno di vita. La scrittura di Lorenzo è in movimento, come è sempre stato. Come in una serie televisiva i brani si possono ascoltare uno alla volta in una moderna forma di playlist, oppure tutti insieme in un unico flusso apprezzando l’unitarietà di un progetto davvero “nuovo”.


Tags:  pressday

Bookmark and Share




Post Precedente
L' ARTE E LA GRAFICA DI SERGIO PAPPALETTERA
Post Successivo
JOVANOTTI A 105 MI CASA: L'ESTATE ADDOSSO SARÀ LA COLONNA SONORA DI UN FILM DI GABRIELE MUCCINO




Post Correlati




0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



More Story
L' ARTE E LA GRAFICA DI SERGIO PAPPALETTERA
Sergio Pappalettera ha fondato agli inizi degli anni ‘80 lo Studio Prodesign, orientando la propria attività nell’ambito...