Home / ALBUM / LORENZO 2015 CC. / L’ESTATE ADDOSSO

L’ESTATE ADDOSSO

l_estate_addosso

Nata per l’omonimo film di Gabriele Muccino. Il film si farà, la canzone non poteva aspettare…l’estate è alle porte. (il testo è scritto a quattro mani con Vasco Brondi “il più bravo di quelli nuovi” secondo Lorenzo)

L’estate addosso
un anno è già passato
la spiaggia si è ristretta ancora un metro
le mareggiate
le code di balena
il cielo senza luna
l’estate addosso
il gesso a un braccio rotto
la voglia di tuffarsi
guardando entrare in acqua tutti gli altri
ma lei mi ha visto
che sono qui da solo
e forse parlerà con me
canzoni estive
minacce radioattive
distanti come un viaggio in moto in due
fino ad un locale aperto fino all’alba
ricordo di un futuro già vissuto da qualcuno

prima che il vento si porti via tutto
e che settembre ci porti una strana felicita’
pensando a cieli infuocati
ai brevi amori infiniti
respira questa liberta’
ah ah ah ah
l’estate e la liberta’

l’estate addosso
bellissima e crudele
le stelle se le guardi
non vogliono cadere
l’anello è sulla spiaggia
tra un mare di lattine
la protezione zero
spalmata sopra il cuore
l’estate addosso
come un vestito rosso
la musica che soffia via da un bar
cuccurucu paloma
l’amore di una sera
gli amici di una vita
la maglia dei mondiali scolorita

prima che il vento si porti via tutto
e che settembre
ci porti una strana felicita’
pensando ai cieli infuocati
ai brevi amori finiti
respira questa liberta’
ah ah ah ah
l’estate e la liberta’

l’estate addosso
un anno è già passato
vietato non innamorarsi ancora
saluti dallo spazio
le fragole maturano anche qua
respira questa liberta’
l’estat e la liberta’
ah ah
ah ah
ah ah
l’estate la liberta’

Approfondimenti:

  • La nascita de L’estate addosso – guarda