varie / 28 dicembre 2006

INTERVISTA A TOMMASO “PIOTTA” ZANELLO

INTERVISTA ESCLUSIVA A TOMMASO “PIOTTA” ZANELLO
IN OCCASIONE DELL’USCITA DEL LIBRO “PIOGGIA CHE CADE, VITA CHE SCORRE

Innanzitutto, complimenti per il titolo scelto, “Pioggia che cade, vita che scorre” è semplicemente stupendo. Come è nata l’idea di pubblicare questo libro? E proprio in occasione dei 40 anni di Lorenzo? Sinceramente l’idea è stata dell’editore del libro, Fazi, quello di Melissa P per intenderci. Ho accettato volentieri perchè si trattava di Lorenzo e perché parlando di lui avrei potuto scrivere dell’hip hop italiano, dei dj, di Roma e rincontrare un sacco di amici: Max Pezzali, Giorgio Prezioso, Ice One, etc…

Perché un libro di un cantante su un altro cantante? E perché proprio Lorenzo? Il perché è semplice, perché è un’idea originale, innovativa, specialmente se c’è un legame forte come quello del rap, del primo produttore (Claudio Donato), della città di Roma. Perché è una sfida all’egocentrismo imperante di tanti artisti la cui vita ed il cui stile è antitetico al mio. Amo parlare con tutti e di tutto, senza pregiudizi, problematiche di immagine, dissing e pippe mentali varie.

Dove e’ avvenuto il vostro incontro? Il primo incontro avvenne nel 1999 negli studi di MTV, eravamo entrambi ospiti del programma di Andrea Pezzi, in precedenza avevo tante volte sentito parlare di lui da produttori ed amici in comune.

Nel preparare il libro hai scoperto qualcosa di Lorenzo che ti ha colpito (positivamente o negativamente)? Qualcosa che non sapevi di lui e che ti ha un po’ sorpreso? Ho scoperto per esempio che inizialmente la sua idea era quella di chiamarsi Joe Vannotti, e tante altre chicche ed aneddoti ancora, tipo quello della festa di compleanno organizzata nel negozio di parrucchiere della mamma dell’amico dj Giorgio Prezioso.

Quale credi sia la vera e straordinaria forza di Lorenzo? La sua forza comunicativa, la sua energia, la sua voglia di sperimentare musicalmente e di crescere insieme al suo pubblico, riuscendo a trasformare in virtù persino un difetto.

1 pregio ed 1 difetto tuo e di Lorenzo ? Io credo che spesso il pregio ed il difetto di una persona combaciano, è nel giudizio altrui che la caratteristica assume un connotato negativo o positivo, a seconda del punto di vista, delle idee, dell’educazione di colui che è chiamato a giudicare. Per me il suo pregio è quello di non essersi mai ripetuto, correndo il rischio di sbagliare o floppare commercialmente, a volte poi il flop dipende dal fatto che uno “sta troppo avanti”… lo dico anche in un mio nuovo pezzo scritto e cantato con il Capa.

Qualche aneddoto divertente legato alla stesura di questo libro? La velocità, l’ho scritto di getto in meno di un mese. Tantissimi ricordi che riaffioravano alla mente, dai tempi dell’adolescenza e di Gimme Five, all’Aquafan di Riccione, fino all’incontro allo studio Forum di Roma durante il mixaggio del Collettivo Soleluna.

Ci sono cose che non sono potute entrate nel libro? Direi che è entrato tutto, di getto, di cuore, con un taglio fresco che credo appassioni sia i fan di Jovanotti, che i miei, che tutti gli amanti della musica in generale.  

…Perché comprare il libro? Perché come ho scritto prima è un modo nuovo ed originale di scrivere libri di musica, pensate che figata un libro su De Gregori fatto da Zampaglione, oppure uno su Battiato scritto da Morgan… io li leggerei subito, altro che i soliti pipponi istituzionali di molti (non tutti per fortuna) critici musicali.

Sappiamo che conosci Lorenzo da tantissimo tempo, sin dagli esordi romani come dj, ma qual’è il tuo piu’ bel ricordo legato a lui ? Al tempo dei suoi esordi io stavo alle scuole elementari e la sera non uscivo ancora…In verità conosco Lorenzo dal 1999, prima avevo sentito parlare di lui da mezz’aroma, dj, produttori, radiofonici, tutti più o meno famosi ma tutti in qualche modo colpiti dal suo modo di fare musica o dalle sue qualità umane.

Eri inizialmente un fan di Jovanotti, in che modo il suo personaggio ha influenzato la tua formazione artistica? Lorenzo mi ha influenzato spingendomi indirettamente da ragazzino a fare il dj. Precedentemente avevo studiato chitarra ma mi ero annoiato un mondo, nel fare il dj invece avevo unito la passione e lo studio al divertimento, ricoprendo un ruolo attivo anche se sicuramente meno istituzionale del Conservatorio.

Hai mai utilizzato un testo di Lorenzo o una sua musica come spunto per un pezzo tuo? Sinceramente no, ma volentieri duetterei con lui in un brano inedito o nel remake di un pezzo già esistente…

Se dovessi fare una cover di un suo pezzo, quale faresti e come la faresti? Gente della notte, Chissà se stai dormendo, L’ombelico del mondo… Non saprei come, la prima magari con chitarra acustica e violini veri, tipo “Non ti lascia” o “Sempre là”. La seconda non la cambierei di una virgola. La terza forse con un tocco alla “Apache”, ma nella versione acidissima della Incredibile Bongo Band.

Parliamo della tua musica… nuovi progetti? nuovo album? A breve uscirà il mio nuovo album “Multi Culti”. E’ il racconto musicale degli ultimi due anni, dei live all’estero e degli amici musicisti conosciuti in giro… francesi, israeliani, palestinesi, tedeschi, senegalesi, fino agli italiani Caparezza, Turi, Jolly Dread degli Otto Ohm, Jesto, etc…

…Prossimi tuoi live? Il Sabato 30 Settembre a Napoli (Piazza del Plebiscito) e l’8 Ottobre a Roma (GOA).

A quando una collaborazione con Lorenzo? La divertentissima tua partecipazione al Flaminio nel 2002 è rimasta nella memoria di moltissima gente… Spero molto presto, o live o su disco… ma questo dipende da lui, io sono pronto. Comunque grazie per i complimenti per il Flaminio, sono contento che sia nel ricordo di molti, sicuramente i molti anzi tutti quelli che c’erano sono nei miei ricordi.

Ovviamente ringraziamo calorosamente Tommaso per l’immensa disponibilità e anche Laura del blog per essere riuscita a trovare l’aggancio ;) qui sotto trovate la copertina del libro, cliccandoci sopra potrete trovare il file della copertina in alta definizione (1008×446 px)…a presto

 


Tags:  piotta

Bookmark and Share




Post Precedente
classifiche di natale
Post Successivo
Marc Lavoine




Post Correlati






More Story
classifiche di natale
album 23 26 Jovanotti - Buon sangue 88 90 Edoardo Bennato - La fantastica storia del pifferaio magico 50 Songs (radio Deejay) 1...