varie / 27 giugno 2018

Jovanotti a Londra, un concerto strepitoso nell’ombelico del mondo

Due ore e mezza di straordinaria energia alla Wembley Arena, per uno show che ha conquistato il pubblico londinese

Superati da poco i cinquant’anni di vita e i trenta di carriera, Jovanotti è un artista al pinnacolo della sua carriera. Performer consumato, cantante, rapper, DJ, a modo suo anche poeta. Ma soprattutto uno showman e un band leader come pochi, capace di costruire e offrire al pubblico uno spettacolo memorabile.

Lo ha dimostrato ieri sera alla Wembley Arena di Londra, dove si è esibito davanti a un pubblico di 4mila persone, trascinandolo per oltre due ore e mezza con una enorme dose di carisma ed energia. A nostro giudizio, lo spettacolo più bello portato negli ultimi anni da un artista italiano a Londra.

Quello di Jovanotti è da sempre un rap gioioso, privo di cattiveria e volgarità. Da “Penso Positivo” a “Gli Immortali”, le sue canzoni parlano di fiducia, amore, estate, fortuna. E dal vivo lo fanno con una sonorità e un ritmo travolgente. Merito soprattutto dei musicisti che lo accompagnano. Non una band di “metallo pesante” (come canta in Serenata Rap) ma piuttosto un ensemble degno dei migliori artisti pop internazionali. A dare energia alle canzoni di Lorenzo sono soprattutto il drumming di Gareth Brown e il lavoro della sezione fiati, dove su tutti spicca il trombone di Gianluca Petrella, grande talento del jazz italiano, tra i migliori al mondo nel suo strumento.

L’altro ingrediente fondamentale dello show di Jovanotti è lo schermo gigante alle sue spalle, sul quale scorrono immagini montate con straordinaria sapienza per andare in sincronia con le canzoni. Un pout-pourri visivo che mescola foto, video, creazioni digitali, cartoni animati. Sul megaschermo Jovanotti si trasforma in mille personaggi diversi, da protagonista di un videogame a spettatore di un suo stesso concerto. Una creazione piena di bizzarri messaggi subliminali. Alcuni particolarmente criptici, come quando sullo schermo si vedono i musicisti della band suonare mentre gli si posano sopra degli strani coleotteri. O come quando le immagini di un seno femminile si alternano a colate di lava. Il significato rimane oscuro ma l’effetto è garantito. Uno spettacolo nello spettacolo, che affascina e ipnotizza allo stesso tempo.

Tra una canzone e l’altra Lorenzo racconta al pubblico come Londra abbia avuto un ruolo fondamentale per il suo sviluppo artistico. È qui, racconta, che fece il suo primo viaggio senza la famiglia a soli 15 anni, dopo avere mentito ai genitori dicendo che sarebbe andato in gita con la scuola. È a Londra che sono nate canzoni come Gente della Notte (composta di getto dopo una nottata passata in giro per la capitale in compagnia dell’amico Albertino) e l’Ombelico del Mondo, scritta sul tovagliolo di una bottega di fish and chips.

A metà dello spettacolo, Lorenzo abbandona la band per lanciarsi da solo in uno scatenato DJ set che comprende alcuni dei suoi brani più ballabili (da “Non m’annoio” a “Tanto tanto tanto”) cantando da una piattaforma elevata sopra il pubblico. Dall’alto si abbassano tre giganteschi lampadari, come quelli che adornano una imponente sala da ballo, e per un buon quarto d’ora la Wembley Arena si trasforma in una gigantesca discoteca dove è impossibile restare fermi.

In chiusura, prima del gran finale con “Viva la Libertà”, arriva l’ultima sorpresa. Chitarra alla mano, Jovanotti dedica un’omaggio all’audience di expat cantando l’Italiano di Toto Cutugno, ma decidendo di cambiare la strofa finale. Invece di “un italiano vero”, si dichiara “un cittadino del mondo”, come forse è inevitabile che sia quando ci si trova dentro il suo ombelico. Con buona pace di Theresa May.


fonte: londraitalia.com



Bookmark and Share




Post Precedente
MICOL BARSANTI DIVENTA RIDER PER UN GIORNO
Post Successivo
JOVANOTTI PROTAGONISTA DI VH1 STORYTELLERS




0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



More Story
MICOL BARSANTI DIVENTA RIDER PER UN GIORNO
"La vita è fatta così" è il titolo del nuovo attesissimo album di inediti della nostra amatissima Micol Barsanti, in uscita...