varie / 27 settembre 2017

Buon Compleanno Jovanotti! Il regalo di Red Ronnie sono 12 ore di contenuti inediti

Si la festa è proprio qui. È il compleanno di Lorenzo Jovanotti e lo celebriamo con tante immagini che nessuno ha mai visto. A pochi mesi dal suo nuovo Tour, dal suo nuovo incredibile disco confezionato assieme al mitico Rick Rubin godiamoci insieme il racconto di un personaggio unico.

 

Oggi, 27 settembre 2017, è il compleanno di Lorenzo Jovanotti e ho deciso di regalare, a lui e soprattutto ai suoi fans, 12 ore con alcuni dei programmi che abbiamo fatto insieme. Saranno trasmessi solo sull’APP Flipps e non replicati. La lunga maratona culminerà alle 21 con un reportage inedito che ho realizzato a Bologna l’8 luglio 2015, in quello che è stato il suo ultimo tour negli stadi.

Ho conosciuto Jovanotti nel settembre 1988, quando gli diedi il telegatto come rivelazione dell’anno sul palco di Vota la Voce, in Piazza Maggiore a Bologna. Ero perplesso dall’enorme successo di questo ragazzo con “Gimme five” e con lo slogan “E’ qui la festa?”. Ma quella notte, nell’hotel dove stavamo, l’ho visto smarrito da tanta felicità, sincero. Nelle sue parole e dai suoi occhi ho capito il perché Claudio Cecchetto avesse creduto in lui.
Da quel momento è nata un’amicizia forte e una frequentazione molto assidua. Ho vissuto il cambiamento che lo ha portato dalla crisi del Fantastico con Pippo Baudo a “Una tribù che balla”. Quando portai quell’album da Vasco Rossi, per farglielo ascoltare, mi disse: “Ecco, qui nasce il vero Jovanotti”. Gli chiesi se era disposto a ripeterlo pubblicamente a Vota la Voce. Vasco lo fece, mettendo a tacere le polemiche che i suoi fans avevano innescato contro Lorenzo per la canzone “Vasco”, che in realtà non avevano capito.

Da allora Jovanotti ha sperimentato suoni, musiche e viaggi, fatti quasi tutti da solo in bicicletta. Nel 1995 fu uno dei primi a fare un concerto a Cuba, che documentai, sulla scalinata dell’università di L’Avana. Poi tanti dischi, tour, incontri e scambi con altre culture musicali. Ha conquistato anche i suoi più acerrimi critici degli inizi. Dico sempre che da “scemo del villaggio”, come lo definivano, è diventato “Guru del villaggio globale”.
Non si è mai fermato. Come mi disse nel luglio di due anni fa, quando realizzai il reportage allo stadio di Bologna:

Lavoro da quando avevo 14 anni, mi faccio un culo così, per la gioia di farlo. Faccio concerti, vado in giro, da sempre. Non mi ha mai regalato un cazzo nessuno, ma mi hanno regalato tutto. Ma non mi hanno mai regalato niente, nel senso che non vengo da una famiglia ricca, non mi hanno mai dato spinte o spintarelle. Tutto quello che è successo è successo perché l’ho sognato, desiderato, evocato e anche ringraziato quando è arrivato. Cioè, sono andato proprio a ringraziare gli Dei: grazie che mi hai fatto incontrare questa persona…

E la persona che Lorenzo sognava di incontrare è Rick Rubin, il più mitico produttore discografico di oggi, vincitore di 10 Grammy Awards. Ha creato dischi, tra gli altri, con Beastie Boys, Run DMC, Slayer, Johnny Cash, Slipknot, Shakira, Red Hot Chili Peppers, Cult, LL Cool J, Tom Petty, AC/DC, Donovan, Sheryl Crow, Limp Bizkit, Metallica, Adele, Black Sabbath, Eminem, Damien Rice, Ed Sheeran… e oggi Jovanotti.
Buon compleanno Lorenzo.

 

articolo di Red Ronnie
fonte: www.optimaitalia.com



Bookmark and Share




Post Precedente
Lorenzo Live 2018
Post Successivo
LORENZO LIVE 2018: TUTTE LE DATE




0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



More Story
Lorenzo Live 2018
Attraverso il famoso gioco della settimana enigmistica (ndr trova le parole), Lorenzo svela e fa scoprire "a suo modo" le prime...