varie / 30 dicembre 2016

Perché il Roxy Bar ha chiuso?

Dopo 24 anni chiudono gli studi del Roxy Bar, considerati il tempio della musica non solo dagli artisti italiani, ma anche da tutti quelli internazionali che hanno suonato su quei palchi.
Perché? Come mai questo vero patrimonio storico è stato smantellato e distrutto?

Lì sono nate trasmissioni come Roxy Bar, Help, Yesterday, Mi Ritorni in Mente, Barone Rosso, Vasco Day, etc. Red Ronnie ha raccontato tutta la cruda verità il 18 dicembre 2016, alla fine dell’ultima puntata del Roxy Bar, dove ha trasmesso anche testimonianze video inviate da Vasco Rossi, Fiorella Mannoia, Raf, Omar Pedrini, Laura Pausini, Dolcenera, Biagio Antonacci, Giuliano dei Negramaro, Nek… In studio c’era Elisa, è arrivato all’improvviso Samuele Bersani e Gianni Fantoni ha scherzato come solo lui sa fare. Samuele e Gianni c’erano quando tutto iniziò, in quella storica prtima puntata del 12 dicembre 1992. Un omaggio a Gianni Armetta, che ha fatto rinascere le trasmissioni di Red sulla piattaforma Streamit, cancellata da chi gestisce il potere nei media. Red si è collegato poi via skype con Enrico Ruggeri e col Dr. Alfredo Altavilla, alto dirigente FCA, che ha confermato la volontà di FIAT di andare avanti col progetto Fiat Music dedicato ad artisti e gruppi della nuova era. Red ha scelto che l’ultimo brano suonato al Roxy Bar fosse “Imagine”, che rappresenta il sogno di un mondo splendido. A suonarlo tre chitarristi: Fausto Mesolella, Bobby Solo e la giovanissima Silvia Zaniboni.



Bookmark and Share




Post Precedente
LP LIVE.. IN TRENO CON MOKO PER MILANO!
Post Successivo
"RABBIA" E' IL NUOVO SINGOLO DI SAMUEL




0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.



More Story
LP LIVE.. IN TRENO CON MOKO PER MILANO!
Quando ho deciso di diventare un dj, una delle motivazioni era quella di poter ringraziare di persona gli artisti che mi facevano...